Italian film showings in Southampton and Portsmouth

Two Italian films will be showing locally today, Tuesday 28th May at Harbour Lights, Southampton, and on Friday 7th June at No. 6 Cinema, Portsmouth.

FILM: REALITY (Matteo Garrone, 2012) – 116 min
WHERE: Harbour Lights, Southampton
WHEN: Tuesday 28th May – 6.30pm

Luciano è un pescivendolo napoletano che per integrare i suoi scarsi guadagni si arrangia facendo piccole truffe insieme alla moglie Maria. Grazie a una naturale simpatia, Luciano non perde occasione per esibirsi davanti ai clienti della pescheria e ai numerosi parenti. Un giorno, spinto dai familiari, partecipa a un provino per entrare nel “Grande Fratello”. Da quel momento la sua percezione della realtà non sarà più la stessa.

Non è un film sul Grande Fratello né sulla televisione berlusconiana; è un film che coglie lo spirito dei tempi, le sue follie, le sue contraddizioni, i suoi cortocircuti. E lo fa omaggiando e reinterpretando il patrimonio culturale cinematografico italiano: dalla commedia all’italiana a Fellini, da Ferreri a De Sica, da Bellocchio al neorealismo.

Matteo Garrone per la maggior parte usa attori non-professionisti, come faceva Fellini che li cercava per strada e li sceglieva per le loro facce. In questo caso però il protagonista è stato trovato in prigione. Aniello Arena, che interpreta il personaggio del pescivendolo del film, ha imparato a recitare nel Carcere di Volterra (Toscana), dove si trova da vent’anni e dove rimarrà per tutta la vita: quando aveva 23 anni partecipò a una guerra di Camorra ed uccise 3 persone.

FILM: IO E TE (Bernardo Bertolucci, 2012) – 97 min
WHERE: No. 6 Cinema, Portsmouth
WHEN: Friday, 7th June – 7pm

Lorenzo, quattordicenne introverso che vive con difficoltà i rapporti con i suoi genitori e i compagni, decide di prendersi una vacanza chiudendosi in cantina, mentre tutti credono che lui sia partito per la settimana bianca. Per un’intera settimana lascerà fuori dalla porta tutti i conflitti e le pressioni perché diventi un adolescente normale. Decide di vivere qualche giorno in completo isolamento, con la sola compagnia di libri horror, lattine di coca-cola, scatolette di tonno e un formicaio da guardare al posto della TV. L’imprevisto però è letteralmente alla porta. Olivia, la sorellastra quasi sconosciuta, piomba nella cantina alla ricerca di alcuni suoi oggetti e irrompe nella vita di Lorenzo rovinando i piani della sua fuga dalla realtà.

A quasi dieci anni da The Dreamers, Bernardo Bertolucci torna al cinema. Prende il romanzo breve di Niccolò Ammaniti e lo plasma, lo modella allo scopo di assecondare una poetica intimista che è conseguenza ed evoluzione di quella che ha caratterizzato diverse stagioni del suo cinema. Il regista racconta la forza vitale e il coraggio fragile della giovinezza con la leggerezza e la profondità di un animo sensibile e indomito, ne coglie l’energia e la delicatezza e non gli si pone mai “sopra”, amandoli incondizionatamente: magari girando a vuoto, o peccando di quelle stesse ingenuità che rappresenta, ma sempre capace di scartare improvvisamente e di sorprendere. Di commuovere.

Niccolò Ammaniti, l’autore del romanzo da cui è tratto questo film, è famoso in Inghilterra per Io non ho paura, pubblicato nel 2001. È il testo letterario che viene usato di più nella preparazione dei nostri giovani per l’esame A’ Level d’italiano.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *